Sfera Ebbasta VS Gianni Morandi

Sicuramente a ognuno di noi sarà capitato di sentire qualcuno lamentarsi sulla musica che ascoltano i ragazzi del nuovo millennio ad esempio Sfera Ebbasta e Ghali  oppure noi stessi ci siamo lamentati ascoltando una canzone di Gianni Morandi o Claudio Baglioni secondo noi troppo noiosa e lenta … per questo motivo ho deciso di chiedere cosa ne pensano ragazzi professori e collaboratori scolastici della scuola . Infatti  sono emerse opinioni completamente diverse e interessanti.

Intervistando gli adulti della scuola e chiedendo loro la propria opinione sulla musica che in genere ascoltiamo noi giovani le loro risposte si sono divise in due grandi gruppi . Il primo gruppo la apprezza mentre il secondo no . La maggior parte degli adulti intervistati ha dichiarato che secondo la propria opinione  la musica “dei giovani” è solo chiasso e frastuono ed i testi sono solo parole senza senso ripetute velocemente . L’altra parte degli adulti ha invece dichiarato di apprezzare ogni tipo di musica senza fare distinzione tra i vari generi musicali . 

Intervistando i ragazzi della scuola e chiedendo loro la propria opinione sulla musica che in genere ascoltano gli adulti ho avuto risposte che lasciano stupiti. Anche tra i ragazzi si sono formati due grandi gruppi e come prima un gruppo la apprezza e uno no . Anche qui la maggior parte dei ragazzi ha dichiarato di non apprezzare la musica “degli adulti “ in quanto noiosa e troppo pesante . L’altro gruppo ha invece dichiarato di apprezzarla in quanto più profonda e meno commerciale ma soprattutto con testi profondi considerati opere d’arte Esiste anche un terzo gruppo … questo terzo gruppo è composto da ragazzi e adulti che sostengono che la musica non ha età ed esprime sempre qualcosa al di là del genere di cui fa parte ma soprattutto la musica è tutta bella . 

Beh questa risposta fa davvero riflettere perché in effetti la musica dalla più banale alla più famosa canzone esprime sempre qualcosa e soprattutto la musica non ha età !!!

Alessandra Alfonso

Lascia un commento