SALAH: il faraone d’Egitto

Mohamed Salah è un giocatore egiziano, noto come il faraone di Egitto: è attaccante del Liverpool (squadra inglese che nella scorsa stagione ha vinto la UEFA Champions League).

Fonte: TUTTOSPORT

Mohamed Salah nasce a Basyoun (città dell’ Egitto) nel 15 giugno del 1992: sin da piccolo coltiva la passione per il calcio finchè, nel 2010, incomincia la sua carriera nel Al-Mokawloon (una squadra egiziana) e realizza la prima doppietta il 26 maggio.

Gioca delle stagioni interessanti per alcuni club esteri: infatti, nel 2012 viene acquistato dal Basilea (club svizzero), squadra in cui segna il suo primo gol europeo contro il Tottenham agli ottavi di Champions League. Successivamente segna contro il Chelsea in semifinale; vince il campionato svizzero nella stagione 2012/2013.

Il 23 gennaio del 2014 viene acquistato dal Chelsea per 15 milioni di euro e realizza il primo gol il 23 marzo contro l’Arsenal.

Dopo aver compiuto 19 presenze e 2 gol con il Chelsea viene preso in prestito dalla Fiorentina, con un obbligo di riscatto di 15 milioni: come numero di maglia, sceglie il 74,in memoria delle vittime dello stadio di Porto Said.

Segna il suo primo gol con la maglia dei Fiorentini contro il Sassuolo in campionato e grazie a una sua doppietta, la squadra riesce a battere la Juventus (rivale storico della Viola); chiude la stagione con 26 presenze e 9 gol.

La Fiorentina paga il riscatto rendendo così Salah un giocatore ufficiale dei Viola ma lui non accetta, scioglie il contratto e passa alla Roma.

Segna il primo gol con i giallorossi contro il Sassuolo e segna anche al 1° minuto in una partita di Champions League: un record.

Fonte: FACEBOOK

Dopo aver giocato 2 stagioni con la Roma passa al Liverpool vincendo il titolo di capocannoniere con 22 gol e 37 presenze a pari merito con Pierre-Emerick Aubameyang e Sadio Manè.

Successivamente vince una Champions League nella stagione 2018/2019 e, di conseguenza, vince anche la Supercup contro il Chelsea.

Attualmente il Liverpool è prima in campionato con 82 punti, 35 di distanza dalla seconda, cioè il Manchester City.

 

 

 

Francesco Loconte

Lascia un commento