Bhopal: il disastro che ha cambiato il mondo

Il disastro di Bhopal avvenne il 3 dicembre del 1984 nella città indiana di Bhopal ed è stato uno dei più grandi  verificatosi nella storia.

Poco dopo la mezzanotte, all’interno di uno stabilimento per la produzione di fitofarmaci, si verificò una violenta esplosione che liberò tonnellate di  isocianato di metile (MIC): la nube tossica uccise, in poco tempo, ben 2.259 persone e ne avvelenò decine di migliaia.

Fonte: shwetankspad.com

Ma adesso vediamo le cause del disastro.

Durante un controllo, per via di alcuni malfunzionamenti, dell’acqua finì in una vasca, provocando la reazione dell’isocianato di metile: questa sostanza, a contatto con l’acqua, sviluppò calore facendo aumentare la pressione all’interno dei serbatoi. Il gas formatosi si espanse verso la torcia spenta e tappata, facendo aumentare ulteriormente la pressione fino alla rottura delle valvole e si diffuse nell’atmosfera.

Il motivo per cui la nube non si “consumò” tanto facilmente è che quel giorno sfortunatamente non c’era vento, il che favorì il suo addensamento.

Fonte: Google

Francesco Paolo Percoco

Lascia un commento