Una città misteriosa: Pompei

Pompei era una città Romana molto vivace e in quei tempi vivevano circa 12 milioni di persone.

C’erano molte ville in periferia e molte fattorie in campagna.

I Romani non avevano ancora il concetto della scuola come edificio quindi le scuole si svolgevano all’aperto, i bambini più piccoli imparavano a leggere e scrivere mentre dai 12 anni si imparava la grammatica e la letteratura, poi dai 16 anni la retorica (cioè parlare in pubblico) e le ragazze smettevano di studiare quando avevano imparato l’abc.

Pompei sorgeva ai piedi di una montagna verde, ma i Romani non avevano idea che fosse un vulcano inattivo da millenni!

Infatti, purtroppo nel 79 d.C. il Vesuvio (questo vulcano che è a Napoli) eruttò e con la sua eruzione seppellì tutta Pompei.

Oggi i resti di Pompei sono ancora lì visitabili e, nel 1997 sono anche stati dichiarati patrimonio dell’Unesco.

Aurora Zotti

 

Lascia un commento