I pensionati e i cantieri: amore a prima vista

Alessio Sarra è un imprenditore immobiliare a cui è venuta l’idea di dare la possibilità agli “umarell” (che in dialetto bolognese significa pensionato) di guardare i cantieri e dare consigli e suggerimenti ai lavoratori, attraverso delle specifiche postazioni. Tutto questo è accaduto a Pescara.

Durante un’intervista, Sarra ha spiegato perchè ha voluto dare vita a questa iniziativa:

È un gesto fisico e simbolico di apertura verso i pensionati, per renderli partecipi dei cambiamenti in atto nel loro quartiere. Gli anziani sono custodi dei valori della nostra società, sono la storia delle nostre città. In questo modo vogliamo valorizzarli e renderli testimoni del contesto urbano che si evolve davanti ai loro occhi.

Le postazioni per “umarell”. Fonte: ansa.it.

Due delle tre finestre, per osservare i cantieri, sono già state costruite e si trovano in via Don Bosco, un cantiere di cui Sarra è consulente immobiliare. La terza verrà costruita in via Caboto.

Addirittura il termine “umarell” verrà inserito nel vocabolario Zingarelli entro la fine del 2021 con questa descrizione:

Pensionato che si aggira, per lo più con le mani dietro la schiena, presso i cantieri di lavoro, controllando, facendo domande, dando suggerimenti o criticando le attività che vi si svolgono.

Di Mattia Zippo

Lascia un commento