Acne giovanile: come combatterla con pratiche quotidiane e rimedi naturali

L’acne giovanile si manifesta dai dodici anni fino ai venti anni e coincide con un turbolento cambiamento del corpo. Le ghiandole sebacee subiscono un’intensa stimolazione iniziando a produrre una maggior quantità di sebo.
In un primo momento la pelle appare più unta e grassa, poi il sebo in eccesso ostruisce i pori creando delle micro cisti che tendono a ingrossarsi e a tramutarsi in punti neri e brufoli, causando quindi l’acne giovanile.

Le cause dell’acne sono di varia natura e possono essere legate sia a una predisposizione genetica sia a una condizione di stress. Anche il “cibo spazzatura” viene considerato tra i principali responsabili dell’acne poiché causa l’infiammazione peggiorando l’aspetto della pelle. Proprio per questo motivo è consigliato ridurre il consumo di cibi ricchi di zuccheri raffinati, ridurre il consumo di insaccati come il salame e limitare il consumo di cioccolata (soprattutto quella al latte) e creme alla nocciola.

Fonte: Google

In ogni caso il primo trattamento contro l’acne è sempre un’accurata pulizia del viso.

Ecco alcuni importanti step da seguire:

Fonte: Google

 

Detersione della pelle

Come primo rimedio contro i brufoli, va effettuata una detersione accurata della pelle con prodotti a PH leggermente acido e successiva applicazione di una lozione tonica. L’aceto di mele è un rimedio efficace grazie all’azione astringente, che contribuisce a ridurre l’eccesso di sebo e all’azione riequilibrante, che mantiene fisiologicamente acido il pH della pelle. Per utilizzare l’aceto di mele come lozione tonica per l’acne è sufficiente preparare una soluzione in pari quantità di acqua e aceto e diffonderla sul viso con un batuffolo di cotone.

Purificazione con vapore acqueo

Il calore del vapore sulla pelle fluidifica il sebo, incoraggia la dilatazione dei pori promuovendone lo svuotamento. Se non si ha un vaporizzatore, si suggerisce di riempire una pentola di medie dimensioni d’acqua, scaldare fino a ebollizione e accostare il viso ai vapori d’acqua per cicli di alcuni secondi. Attenzione: esporsi con cautela al vapore!

Peeling con uno scrub naturale

 Il massaggio delicato di un esfoliante sulla pelle rappresenta una soluzione semplice e pratica contro l’acne giovanile, utile per rinnovare i tessuti ed eliminare le cellule morte epidermiche. È possibile preparare in pochi minuti un esfoliante viso delicato seguendo la nostra ricetta: scrub esfoliante viso al miele, zucchero e olio di sesamo.

 Rimozione dei foruncoli, punti neri ed impurità

fonte: Google

L’eliminazione dei punti neri e dei foruncoli deve essere sempre eseguita con estrema cura, pulizia e delicatezza, evitando di toccare i brufoli infiammati la cui lacerazione potrebbe diffondere l’infezione.

Normalizzazione con maschera allo yogurt

Un altro rimedio fatto in casa contro i brufoli è rappresentato dallo yogurt. Ovviamente parliamo di quello bianco, intero, fresco e possibilmente Bio. Lo hai già in frigo? Benissimo, non ti resta che aprire il barattolino, prelevarne la dose adeguata e spalmartelo sul viso.
Lascia in posa questa maschera fai-da-te per un quarto d’ora circa, poi risciacqua con acqua tiepida. Ti basterà ripetere questa operazione una volta a settimana per avere una pelle più bella che mai! Lo yogurt bianco, infatti, è ricco di vitamina A, utilissima per rigenerare i tessuti.

Fonte: Google

Infine, cerchi un rimedio davvero efficace contro i brufoli?

 Previenili!

 Per farlo, ti basterà adottare alcuni accorgimenti nella tua vita di tutti i giorni. Prima di tutto bevi tanto: l’idratazione è fondamentale per evitare l’insorgenza dell’acne e purificare la pelle. 

Maria Rita D’Avanzo

Lascia un commento