Le Dolomiti: un patrimonio per l’umanità!

Oggi vi parlo delle caratteristiche delle Dolomiti, considerate Patrimonio Dell’ Umanità dall’Unesco!.

Andiamo a conoscerle . . . 

Le Dolomiti sono una catena montuosa delle Alpi ed il loro nome deriva dalla parola Dolomia cioè il tipo di roccia da cui sono del tutto costituite.

Questa roccia  si è sviluppata circa 250 milioni di anni fa, sotto la superficie del mare, attraverso il deposito di coralli, conchiglie, ecc… .

Con il passare del tempo, invece, gli scontri tra le placche terrestri fecero salire in superficie questo spettacolo stupefacente.

Le Dolomiti, vengono considerate Patrimonio Dell’ Umanità dall’ Unesco per una loro grande caratteristica: queste montagne meravigliose sono caratterizzate dal loro colore rosso-rosastro che diventa visibile soltanto in certi momenti della giornata; inoltre, ne possiamo notare la pareti quasi del tutto verticali e le cime tanto appuntite.

Una tra le Dolomiti Italiane è quella rappresentata qui sotto, la Marmolada: un’alta cima italiana meravigliosa per il suo colore e per la sua maestosità.

L’altezza, la larghezza, il colore, la consistenza dura della roccia, i vari strati di pietra rendono in maniera potentissima visibile , appunto, la sua maestosità. Osserviamola:

La Marmolada.
Foto di kordula vahle da Pixabay

Adesso, andiamo a scoprire: come mai si colorano di rosso-rosastro le Dolomiti?

Il motivo di questo colore dipende dalla composizione della Dolomia, cioè della pietra o anche roccia da cui le Dolomiti sono formate.

La valle ai piedi delle Dolomiti è formata da detriti, caduti dalle pareti delle montagne a causa dell’erosione della roccia. E sono ricoperte ormai da pascoli e foreste.

Alcune tra le più famose sono: la Marmolada, le Tofane, il Monte Civetta, il Sassolungo e il Gruppo del Sella.    

Spero che abbiate la possibilità di raggiungere queste meravigliose vette e al prossimo articolo… 

Chiara Scarciglia

Lascia un commento