Il colosseo…un monumento antico e magnifico

Ciao a tutti, oggi vi parlo di un reperto, come dire, affascinante che ha retto per quasi 2000 anni: il Colosseo.

Il Colosseo, chiamato anche Amphitheatrum Flavium o in italiano Anfiteatro Flavio, situato al centro di Roma, è il più grande anfiteatro di tutto il mondo. Questo spettacolo dell’antichità poteva contenere un massimo di 60 000 spettatori ed era anche l’anfiteatro più importante di Roma.

Colosseo
Foto di Alessandro Strippoli

Vespasiano iniziò a costruirlo nel 70 d.C. e Tito lo inaugurò nell’80 d.C.; quando ci fu il dominio di Domiziano, vennero apportate ulteriori modifiche. E da quella volta restò sempre così, ma con il tempo si distrusse perché come lo vediamo oggi non è come era 2000 anni fa.

Inoltre nel 1980 venne inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’UNESCO.

Attorno al Colosseo c’erano dei paletti in pietra sostenuti da catene di metallo, così da poter creare un po’ di sicurezza.

Il Colosseo aveva varie parti: i sotterranei, la struttura, le scale e i posti su cui si sedevano i romani.

Nei sotterranei c’erano lunghi e alti corridoi dove attraverso le carrucole venivano fatte passare le belve.

Sotterranei
Foto di Alessandro
  • Le scale portavano ai vari posti del Colosseo per esempio ai sotterranei.
Scale del Colosseo
  • I posti erano divisi in quattro fasce: a partire dalla più bassa si sedevano le persone meno ricche, sopra quelle un po’ più ricche e così via.

Molti pensano che il Colosseo fosse un modo per divertirsi, sì, è vero, ma per i gladiatori non era una passeggiata perché insieme agli ebrei avevano come punizione quella di scontrarsi contro le belve feroci.

Gladiatori che combattono
Fonte: Job Seeker Italia

Per questo articolo è tutto e spero che vi sia piaciuto.

Alla prossima!

Alessandro Giuseppe Strippoli

 

Lascia un commento