Bruce Lee, una leggenda delle arti marziali

Bruce Lee è stato una leggenda delle arti marziali, veniva chiamato dagli amici “il dragone”.

È nato nel 1940 ed è morto nel 1972. La sua morte è ancora un mistero, in realtà si dice che sia morto per via di un edema cerebrale ma non si sa se sia davvero così. Si trovava a casa dell’attrice Betty Ting Pei insieme a Raymond Crow, il suo produttore. Bruce lamentava una forte emicrania, quindi Betty gli diede una pillola a base di aspirina e mepobramato. Lui si andò a sdraiare sul letto ma purtroppo non si svegliò mai più.

Vennero fatte molte ipotesi, come per esempio quella dell’ avvelenamento o dell’allergia, ma in realtà si è scoperto che il suo cervello era gonfio e presentava un aumento di volume del 13%. Diversi anni dopo anche il figlio Brendon Lee morì mentre registrava il filmo noto come “Il corvo”: gli fu sparato accidentalmente un proiettile nel cuore.
Qualche anno dopo fu intitolata  a Bruce Lee una statua ad Hong Kong per ricordare questa leggenda delle arti marziali.

Fabrizio Sibilio

Lascia un commento