Van Gogh Alive – The experience

Gli alunni della Santomauro alla mostra Van Gogh Alive

Le grandi cose sono fatte dalla somma di tante piccole cose”, questa è una citazione del famosissimo artista dell’800 Vincent Van Gogh.

Il teatro Margherita riapre dopo 38 anni con una mostra multimediale in suo onore. Visitare questa mostra è un’esperienza unica grazie all’unione di musica, quadri e video, che fa percepire ai visitatori i sentimenti che l’artista provava, accompagnati da frasi estratte dalle lettere che Van Gogh scrisse a suo fratello Theo.

L’esposizione è interessante ed originale, ha attirato ragazzi di tutte le fasce d’età: dai più piccoli, che frequentano l’asilo, ai liceali. Un modo alternativo e geniale per far conoscere l’arte ai ragazzi, usando un linguaggio a loro molto vicino cioè quello multimediale.

Anche noi ragazzi della scuola Santomauro ci siamo recati presso il teatro Margherita il 18 Dicembre 2018. È stata un’esperienza culturale che ci ha emozionato molto.

Prima di entrare nella sala dell’esposizione multimediale una guida ci ha parlato di alcuni suoi quadri e ci ha mostrato la riproduzione della camera di Van Gogh.

Vissuto nell’ 800 la sua vita non fu affatto facile, anche per il suo carattere irrequieto e impulsivo. L’ unico amico che aveva, oltre al fratello Theo, era Gauguin un altro artista post-impressionista, creativo ma allo stesso tempo precursore di una nuova corrente artistica: l’espressionismo. I due per un certo periodo hanno vissuto insieme ma per ragioni futili litigavano spesso, motivo per cui, si dice, Van Gogh si tagliò l’orecchio.

E’ stato suggestivo immergersi in un ambiente buio in cui venivano proiettati i suoi quadri, immagini e video, su molteplici schermi e la musica accompagnava il susseguirsi di queste opere, rendendo tutto magico.

Questa esperienza la consigliamo a tutti, appassionati di arte e non.

 

Gaia Giorgio

Francesco Monaco

Giulio Muscio

Francesca Vasaturo

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Lascia un commento